Venice

Italian Dandy, Brunori Sas

 

Mia madre sfogliava Novella 2000

Ed io ai suoi piedi leggevo Prevert

Avevo dieci anni ma pensavo già alle donne

E chiuso nel mio bagno amavo Edwige Fenech

 

A scuola i ragazzi giocavano a calcio

Ed io sul muretto citavo Verlaine

Avevo 16 anni e pensavo solo al sesso

Poi vidi le sue labbra e me ne innamorai

 

Le scrissi più o meno duecento poesie

La prima diceva così.

 

Amami come se fossimo ancora

In quel bar di Berlino a fumare Pall Mall

Amami come quella volta all’Esselunga

Quando in preda alla fame rubammo una baguette

 

Mio padre voleva che facessi il ragioniere

Ma io impertinente risposi: “giammai!”

Avevo vent’anni e coi miei capelli lunghi

A guisa di dandy bevevo cognac

 

Avevo già scritto tremila poesie

La prima diceva così

 

Amami come se fossimo ancora

In quel bar di Berlino a fumare Pall Mall

Amami come quella sera a Marsiglia

Quando in preda al barbera mangiammo escargot

 

A Giugno mi chiese di amarla per sempre

Ma io impenitente risposi di no

Avevo trent’anni e vivevo da bohemien

Lei disse sottovoce: “vedrai, te ne pentirai…”

 

Amami come se fossimo ancora

Fra calde lenzuola nel letto dei tuoi

Beauty

commissioned

events

Fashion

flowers

her

him

personal

Polaroid

Portfolio

portrait

wedding